Delta del Mekong

Il Mekong è il più importante fiume dell’Indocina, è lungo quasi 5.000 chilometri e nasce nell’Altopiano del Tibet; dopo aver bagnato la capitale della Cambogia Phnom Penh entra in Vietnam, dove forma un largo e fertile delta prima di sfociare nel Mar Cinese Meridionale, a sud-ovest di Ho Chi Minh, nella parte sud-occidentale del Paese.

Il Delta del Mekong alterna aree urbane, poste solitamente sulle sponde di uno dei rami del grande fiume o del suo effluente Bassac, come nel caso di Can Tho, ad altre rurali, dove dominano le risaie e le piantagioni di alberi da frutto tropicali.

Quest’area era stata la culla della civiltà khmer, con i vietnamiti che la popolarono in seguito, diventando in maggioranza a partire dal XVII secolo; sotto il regime dittatoriale di Pol Pot la Cambogia cercò di riprendersi la regione, ma dovette rinunciarvi definitivamente al termine della guerra cambogiano-vietnamita del 1977-1991; ad oggi sono poco più di un milione i khmer krom che abitano nel delta.

calflier001, CC BY-SA 2.0, via Wikimedia Commons

La regione del Delta del Mekong ha vissuto negli ultimi anni un discreto incremento turistico, grazie alla vicinanza con Ho Chi Minh ed ai miglioramenti dei collegamenti stradali verso di essa, alle tante attrazioni presenti ed all’atmosfera particolare di questa parte di Vietnam, con il grande fiume che viene utilizzato per il trasporto ed il commercio di ogni tipo di mercanzia.

Il territorio è quasi interamente pianeggiante ed è ovviamente ricchissimo di acqua, col Mekong che si divide in tanti rami, collegati fra loro da una fitta rete di canali; si possono visitare diverse isole fluviali con villaggi e mercati tradizionali, navigare con le barche tipiche oppure con imbarcazioni più moderne, pedalare fra le risaie alla scoperta di pagode khmer e templi buddhisti, visitare storici edifici risalenti alla colonizzazione francese, così come riserve e parchi naturali, abitati da una moltitudine di uccelli differenti.

Ci si può muovere in autonomia grazie ad una buona rete di collegamenti con autobus fra le maggiori città del delta ed Ho Chi Minh oppure scegliere di partecipare ad un tour di uno o più giorni in partenza dalla metropoli, senza doversi preoccupare dell’itinerario.

La città principale è Can Tho, la quale conta oltre 800.000 abitanti ed alcune delle maggiori attrazioni, come il mercato galleggiante di Cai Rang, oltre ad edifici religiosi (pagode, templi) e civili, sia in stile tradizionale vietnamita che coloniale francese; fra le altre città più interessanti abbiamo Chau Doc, My Tho, Vinh Long e Soc Trang, ma è nelle campagne che si vede il vero spirito del Delta del Mekong, con la vita che scorre a ritmi molto più rilassati.

Il clima è di tipo tropicale, caldo e piuttosto umido tutto l’anno, con due distinte stagioni di lunghezza pressapoco uguale; fra metà maggio e metà novembre i monsoni portano una gran quantità di precipitazioni, con un picco verso settembre ed ottobre, mentre nel resto dell’anno le piogge diminuiscono notevolmente fino ad essere quasi del tutto assenti in gennaio, febbraio e marzo, i mesi migliori per visitare la regione, anche grazie a temperature di un paio di gradi inferiori, seppur sempre attorno ai 25° C di media.

Posizione e come arrivare nel Delta del Mekong da Ho Chi Minh

Gli autobus ed i minivan sono i mezzi più utilizzati per muoversi da Ho Chi Minh verso le città del Delta del Mekong e per i collegamenti interni, grazie al gran numero di corse giornaliere ed a strade piuttosto buone, migliorate nel corso degli ultimissimi anni.

La stazione di partenza è quella di Mien Tay, situata nella periferia occidentale di Ho Chi Minh, una decina di chilometri dal centro storico; per raggiungere My Tho o Ben Tre, le due città del delta più prossime servono 2 ore circa, per un costo di 3-4 Euro e con corse ogni mezzora; il tempo necessario per arrivare a Can Tho è invece di 4-5 ore, ma anche in questo caso ci sono molti bus giornalieri, mentre per le città più lontane (Chau Doc, Soc Trang, ecc.) è talvolta richiesto un cambio di bus, con tempi che si allungano ulteriormente.

Arrivando direttamente da Hanoi o Da Nang potete utilizzare un aereo, senza necessariamente transitare da Ho Chi Minh, atterrando all’aeroporto di Can Tho, con uno dei voli quotidiani disponibili.

Cosa vedere nel Delta del Mekong

Mercato galleggiante di Cai Rang

Il Mekong viene utilizzato sia per il trasporto delle merci che per la vendita, effettuata direttamente dalle imbarcazioni, in quello che è un vero e proprio mercato, ma con le bancarelle che si spostano nel fiume e con gli stessi clienti che raggiungono il venditore con una propria barca; inoltre diversi mezzi più grossi scaricano le merci sulla riva, da dove poi vengono smistate verso magazzini, negozi e ristoranti.

Il mercato galleggiante di Cai Rang è il più grande del Delta del Mekong, si trova nella parte sud-occidentale della città di Can Tho e si tiene sul Song Can Tho, un ramo secondario del Mekong; col passare degli anni ha forse perso un po’ di autenticità, sia per il miglioramento delle strade che vengono preferite al fiume, che per la trasformazione del mercato in un’attrazione turistica, mentre originariamente era frequentato solo dalle persone del posto.

Le imbarcazioni da cui si può acquistare la merce, comprese frutta e piatti pronti di street food, sono circa 300-400 ed iniziano a vendere i loro prodotti fin dal mattino presto, attorno all’alba, proseguendo poi per il resto della mattinata, anche se il mercato resta aperto teoricamente tutto il giorno, ma è in realtà pressoché deserto dal pomeriggio in poi.

Một cảnh ở chợ nổi Cái Răng

Bùi Thụy Đào Nguyên, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
5:00-12:00
Nessun giorno di chiusura
Gratuito
6 km a sud-ovest del centro città

Pagoda di Vinh Trang

La Pagoda di Vinh Trang, nella città di My Tho, è un tempio buddhista risalente alla metà del XIX secolo d.C., la cui costruzione è stata completata nel 1850; l’intero complesso, compreso l’adiacente giardino, si estende su una superficie di un paio di ettari.

Il tempio è costituito da elementi in stile cinese, vietnamita e khmer-angkor; oltre al pregevole edificio centrale ed alla pagoda su sette livelli, di notevole impatto sono i 3 grandi Buddha all’esterno, rappresentati nelle posture principali, seduto, in piedi e sdraiato.

VM 033 large

CIA World Factbook, Public domain, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
6:30-18:30
Nessun giorno di chiusura
Gratuito
1 km a nord del Mekong, nella zona di My Phong

Monastero Zen di Truc Lam Phuong Nam

Il Monastero Zen di Truc Lam Phuong Nam si trova in un’area rurale a sud-ovest della città di Can Tho, nei pressi del fiume Song Can Tho.

È stato costruito molto di recente, nel 2014, ed è uno dei monasteri buddhisti più grandi del Vietnam meridionale; ai fianchi dell’edificio principale sorgono due bei padiglioni, mentre nel parco adiacente ne troviamo altri due su altrettanti piccoli laghetti artificiali.

Thiền Viện Trúc Lâm Phương Nam (2)

Drew Nguyen, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
5:00-21:00
Nessun giorno di chiusura
Gratuito
6 km ad ovest del mercato galleggiante di Cai Rang

Monte Sam

Il Monte Sam, nella parte nord-occidentale del Delta del Mekong, ad una manciata di chilometri dal confine con la Cambogia, è una delle pochissime aree non pianeggianti della regione; nonostante sia alto appena 230 metri permette di godere di una bella vista sui dintorni.

Sulla cima di questa montagnola è stato eretto circa 200 anni fa il tempio di Ba Chua Xu, dedicato alla Santa Madre del Regno, la dea della prosperità venerata in questa regione nell’ambito della religione popolare vietnamita.

Meritano una visita anche il Tempio di Phuoc Die, sulle pendici occidentali del Monte Sam e la Pagoda di Tay An Co Tu, posta alla base della montagna, con un mix di elementi in stile cinese, vietnamita, indiana e cham.

Vietnam, Chau Doc, Sam Mountain

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
8 km a sud-ovest di Chau Doc

Parco Nazionale di Tram Chim

Il Parco Nazionale di Tram Chim si trova nella parte alta del delta, circa 15 chilometri ad est del Mekong; è stato istituito nel 1998 per proteggere in particolare varie specie di uccelli rari, tra cui la gru antigone, in pericolo di estinzione.

Il parco si estende per poco meno di 76 Km² e preserva una zona paludosa pianeggiante, che costituiva l’ambiente preponderante della regione, prima che l’uomo iniziasse a bonificare il territorio per coltivare il riso.

Zone come questa erano infatti soggette all’inondazione durante la stagione umida, con l’acqua che si ritirava in quella secca; grazie all’istituzione del parco diversi uccelli sono ritornati a nidificare in quest’area del delta del Mekong, che ora è però regolata da canali artificiali e non più in maniera naturale.

Alcune delle attività che si possono compiere nel parco sono il bird watching, grazie anche a tour in barca effettuati nella stagione umida e la pesca con l’utilizzo di imbarcazioni e sistemi tradizionali; ricordatevi di portare con voi il repellente antizanzare, visto che si tratta di un ambiente ideale per questi fastidiosi insetti.

Tràm Chim, Vườn Quốc Gia, Tam Nông , Đồng Tháp, Vietnam - panoramio

trungydang, CC BY 3.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
6:00-18:00
Nessun giorno di chiusura
Gratuito
30 km a sud-est di Hong Ngu, ingresso un paio di km a nord del villaggio di Tram Chim

Foresta di Tra Su Cajuput

La Foresta di Tra Su Cajuput, 25 km a sud-ovest della città di Chau Doc, è un’area protetta di circa 850 ettari con un ecosistema molto ricco, recuperata grazie alla riforestazione con alberi di cajuput, una pianta della stessa famiglia del mirto, dopo che i bombardamenti americani durante la Guerra del Vietnam resero questa zona incolta.

Sono presenti una settantina di specie di uccelli differenti, in special modo cicogne, oltre ad alcuni rettili, mammiferi ed anfibi; solo alcune aree della foresta sono visitabili, tramite l’utilizzo di piccole imbarcazioni a motore e successivamente a remi, che consentono di raggiungere una torre di osservazione alta 14 metri; il periodo migliore per visitare l’area protetta è da settembre a novembre, quando la vegetazione è più rigogliosa per via delle abbondanti precipitazioni.

Kênh rừng tràm

1814lbt, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
7:00-17:15
Nessun giorno di chiusura
Gratuito
Da 95.000 a 190.000 dong per il giro in barca, a seconda del numero di partecipanti
7 km dalla strada DT948

Pagoda di Mahatup

La pagoda di Mahatup si trova nella periferia meridionale di Soc Trang, città situata ad una trentina di chilometri dalla foce del Mekong nel Mar Cinese Meridionale.

Questo tempio in stile khmer è famoso perché ospita una colonia di pipistrelli della frutta, che si possono osservare sugli alberi circostanti; l’edificio ha circa 450 anni ed ha perciò anche una grande valenza storica ed artistica.

Chùa Mahatúp

Nguyễn Thanh Quang, Public domain, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
Sito ufficiale 
Nessun giorno di chiusura
Gratuito
3 km dal centro di Soc Trang, in direzione sud

Pagoda di Sa Lon (o di Chen Kieu)

Questa pagoda in stile khmer è stata costruita nel 1815, ma ha subito una ristrutturazione in seguito a bombardamenti americani durante la Guerra del Vietnam; la sua particolarità è data dalle pareti in ceramica fatte di pezzi rotti di piatti e ciotole, raccolti dai monaci per ricostruire la sala principale danneggiata.

All’interno del tempio si trovano diverse statue di Buddha, mentre l’ingresso è protetto da due grandi leoni appoggiati su una colonna rossa; tutti i particolari ed i dettagli sono molto curati ed interessanti.

Tháp chùa Sà Lôn

Bùi Thụy Đào Nguyên, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
Nessun giorno di chiusura
Gratuito
Lungo la strada QL1A, 10 km a sud-ovest di Soc Trang

Case coloniali francesi

Le due migliori espressioni dell’architettura coloniale francese si trovano a Can Tho, con l’antica villa di Binh Thuy, risalente al 1870 e nota soprattutto per essere stata una delle location principali del film ‘L’Amante’ del 1992 ed a Sa Dec, dove si può visitare l’antica villa di Huynh Thuy Le, anch’essa collegata a questo film, in quanto fu teatro della storia d’amore fra il proprietario e la scrittrice francese Marguerite Duras, autrice dell’omonimo libro da cui venne poi tratto il film.

La maison de Huynh Thuy Le (Sa Dec, Vietnam) (6662996139)

Attività ed escursioni