Hoi An

Hoi An si trova sulla costa centrale del Vietnam, lungo le rive del fiume Thu Bon, 30 km a sud-est di Da Nang; durante il XVI ed il XVII secolo è stata un importante porto, luogo di incontro con commercianti cinesi, giapponesi, olandesi, portoghesi, indiani e di altre nazionalità, alcuni dei quali si trasferirono qui in via definitiva.

La città conta oggi poco più di 70.000 abitanti ed ha preservato molti degli antichi edifici costruiti durante il suo periodo più florido; nel 1999 il suo centro storico è entrato a far parte del patrimonio dell’umanità dell’UNESCO.

Proprio ad Hoi An, fondata diversi secoli prima dai Cham, sbarcò nel corso del XVII secolo il missionario francese Alexandre de Rhodes, l’inventore dell’alfabeto quoc ngu, ideato per trascrivere la lingua vietnamita con l’utilizzo di caratteri latini, che la rese comprensibile anche agli occidentali.

xiquinhosilva, CC BY 2.0, via Wikimedia Commons

Hoi An non fu coinvolta dalla cruenta Guerra del Vietnam e quindi ha potuto conservare, al contrario di tante altre città, la sua impronta antica; questo ha contribuito a renderla una delle mete più interessanti di tutto il Paese, priva del caos tipico di centri urbani più grandi.

C’è anche la possibilità di abbronzarsi in riva al mare sulle spiagge non molto distanti dalla città o sulle isole Cham; belle e consigliate anche le escursioni in bicicletta nei tranquilli dintorni, con isole, canali, risaie e piccoli insediamenti rurali, nei quali la vita scorre ad un ritmo più lento.

Hoi An è inoltre un’eccellente destinazione culinaria, a rappresentanza della cucina del Vietnam centrale, molto varia e con influenze straniere in diverse specialità, che si sono in seguito diffuse in altre aree del Paese.

Il clima è di tipo tropicale monsonico, con piogge molto abbondanti da settembre a metà dicembre, con anche la possibilità che la costa sia colpita da tifoni più o meno violenti; febbraio, marzo ed aprile sono invece i mesi più secchi, durante i quali le precipitazioni sono sporadiche e meno intense, mentre i due restanti brevi periodi sono di transizione; le temperature medie sono comprese fra i 21-22° C dell’inverno ed i 28-29° C dell’estate, con punte attorno ai 35° C, anche se il caldo si sente un po’ meno grazie alle brezze oceaniche.

Posizione e come arrivare a Hoi An da Ho Chi Minh ed Hanoi

La maniera più comoda per raggiungere Hoi An da Ho Chi Minh o dalla capitale Hanoi è quella di prendere un volo verso l’aeroporto di Da Nang, situato circa 30 km a nord-ovest della città; in entrambi i casi la durata è di 1 ora e 20 minuti, con prezzi piuttosto bassi che partono da 600.000 dong, dato che le due rotte sono servite da più compagnie, anche low cost.

Hoi An non si trova né lungo la linea ferroviaria nord-sud del Vietnam, né sulla strada percorsa dai bus a lunga percorrenza, quindi quasi sempre si farà tappa prima a Da Nang.

Da Da Nang gli autobus impiegano poco meno di 1 ora, con prezzi attorno ai 60.000-70.000 dong; arrivando direttamente dall’aeroporto il taxi costa pressappoco 300.000 dong.

Cosa vedere a Hoi An

Città Vecchia

Il centro storico di Hoi An è un sito patrimonio dell’umanità dell’UNESCO dal 1999 ed annovera circa 800 edifici, risalenti a varie epoche e di differente stile, con influenze cinesi, giapponesi ed europee; viene chiuso al traffico motorizzato tutto il giorno, tranne fra le 11:00 e le 15:00, per permettere ai turisti di visitarlo in tranquillità a piedi oppure in bicicletta.

Alcuni edifici sono stati adibiti a museo oppure sono antiche dimore o luoghi di aggregazione delle diverse comunità, di grande valore artistico e culturale, che in certi casi sono visitabili; con lo sviluppo turistico della città altre case sono invece state trasformate in bar, ristoranti e negozi di artigianato locale e souvenir.

Per accedere alla Città Vecchia è necessario acquistare un biglietto, che dà diritto di visitare 5 edifici storici e musei a scelta; se poi volete visitarne altri dovrete munirvi di un nuovo ticket.

Hội An, Ancient Town, 2020-01 CN-11

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
Sito ufficiale 
8:00-21:30
Nessun giorno di chiusura
120.000 dong (inclusi 5 edifici/musei a scelta)
A nord del fiume Thu Bon

Ponte Coperto Giapponese

Il Ponte Coperto Giapponese (Chua Cau) risale agli inizi del XVIII secolo e come dice il nome venne costruito dai giapponesi, su uno stretto canale vicino al fiume Thu Bon.

Questo ponte, molto ben preservato, serviva da collegamento fra il quartiere nipponico e quello cinese e presenta elementi di entrambe le culture; è lungo circa 18 metri.

Hội An, Chùa Cầu, 2020-01 CN-02

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
Nella parte occidentale della Città Vecchia

Mercato Centrale

Nel mercato maggiore di Hoi An si trovano beni di vario tipo, dal cibo fresco o confezionato, a vestiario ed accessori.

La parte vicina al fiume è riservata ai banchi di pesce fresco e si anima fin dal mattino presto; grandissima anche la varietà di spezie, frutta e verdura.

Un’altra zona del mercato è invece occupata dai commercianti di seta, materiale per cui Hoi An è famosa in tutto il Vietnam e dal quale vengono ricavati abiti di grande qualità, grazie ad una tradizione secolare in questo campo.

Hoi An (5679167635)

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
6:30-20:00
Nessun giorno di chiusura
Nella parte orientale della Città Vecchia

Mercato Notturno

Poco prima del tramonto una delle vie di Hoi An si trasforma in un mercato notturno lungo circa 300 metri, molto pittoresco e caratteristico, grazie alle centinaia di lanterne che illuminano la strada.

Fra i prodotti più apprezzati vi sono lanterne di carta, abbigliamento tradizionale e manufatti in seta; ricordatevi di contrattare sul prezzo poiché i venditori partono da cifre abbastanza alte rispetto al valore della merce venduta.

Sono inoltre presenti diverse bancarelle e piccoli stand di street food, ideali per un piccolo spuntino o anche per una cena vera e propria.

Hoi An lantern lights (39513532072)

dronepicr, CC BY 2.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
17:30-23:00
Nessun giorno di chiusura
Sulla via Nguyen Hoang su un’isola a sud della Città Vecchia
200 metri a sud del Ponte Coperto Giapponese

Spiagge

Hoi An si trova a circa 5 chilometri dal mare ed è quindi una località che si può sfruttare anche per una o più giornate di relax balneare; potete allontanarvi anche qualche chilometro in più per trovare luoghi meno battuti dal turismo di massa.

An Bang è la spiaggia più popolare della zona e si trova 5 chilometri a nord del centro città; troverete un sacco di bar e ristoranti oltre a diversi hotel, che rappresentano una buona scelta se volete abbinare il mare alla cultura, vista la breve distanza da Hoi An; la parte meridionale è quella meno frequentata.

La spiaggia di Cua Dai, una volta molto in voga, è stata invece pian piano abbandonata a causa dell’eccessiva erosione del suolo, ma riserva degli angoli tuttora godibili e lontani dalla gran folla.

Tutto il litorale a sud di Hoi An e della foce del fiume Thu Bon fino alla città di Tam Ky è una sorta di lunga ed ininterrotta spiaggia di sabbia, in cui è possibile scovare angoli molto tranquilli e riservati.

Cu Dai Strand Hoi An

Antica Casa di Tan Ky

L’Antica Casa di Tan Ky è una delle abitazioni di mercanti più rappresentative del XVIII secolo; la sua architettura mischia elementi storici vietnamiti, cinesi e giapponesi.

Visitando questa casa si potranno notare molteplici piccoli dettagli che l’hanno resa unica e le hanno permesso di essere uno dei primi tre edifici della città ad essere proclamati monumento nazionale.

Nhà cổ Tấn Ký Hội An - panoramio

ChieuTimViet, CC BY 3.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
8:30-17:45
Nessun giorno di chiusura
Inclusa nel ticket della Città Vecchia
250 metri ad est del Ponte Coperto Giapponese

Museo di Storia e Cultura di Hoi An

Nell’Hoi An Museum sono esposti artefatti che risalgono fino a 2.000 anni fa, da quando l’area venne colonizzata dall’uomo; è un buon punto di partenza per conoscere la storia della città e la sua cultura, con le diverse influenze che l’hanno plasmata secolo dopo secolo.

La collezione è organizzata in 4 differenti sezioni, in base al periodo storico, da quello più antico a quello più moderno, condizionato dalle guerre che hanno coinvolto il Vietnam; una sala ospita dei quadri che mostrano momenti di vita quotidiana ed i paesaggi della regione.

Metal incense burner from Vietnam, 1804, Hoi An Museum of History and Culture

Wmpearl, CC0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
7:30-17:00
Nessun giorno di chiusura
Incluso nel ticket della Città Vecchia
500 metri a nord-ovest del Mercato Centrale

Museo del Folklore

Nel Museo del Folklore sono esposti oggetti legati alla cultura ed alle tradizioni locali, che fanno capire com’era la vita di pescatori, contadini e commercianti nell’antica Hoi An.

Il palazzo stesso in cui sorge il museo è un pezzo di storia della città, risale ad oltre 150 anni fa ed è il più grande edificio in legno del centro storico; apparteneva ad una famiglia di commercianti cinesi.

Folk Culture (15242447867)

Gary Todd from Xinzheng, China, CC0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
7:00-21:30
Il 20° giorno di ogni mese
Incluso nel ticket della Città Vecchia
200 metri ad ovest del Mercato Centrale

Precious Heritage Art Gallery Museum

Questo museo è una galleria d’arte privata, creata dal fotografo francese Réhahn, nella quale sono esposte magnifiche opere che hanno come soggetto tutte le etnie che vivono in Vietnam.

Si tratta di un’ottima maniera per conoscere l’intricata situazione etnica vietnamita, anche grazie all’aiuto di musiche, video, abiti ed oggetti di uso comune di ognuno dei 54 popoli del Paese.

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
Sito ufficiale 
8:00-20:00
Nessun giorno di chiusura
Gratuito
400 metri ad est del Mercato Centrale

Sala Riunioni della Congregazione Cinese del Fujian

I cinesi rappresentavano la maggior comunità straniera di Hoi An, sia per la vicinanza della loro terra natia, che per le loro grandi abilità commerciali.

Per organizzare al meglio le attività e mantenere vive le tradizioni hanno costruito delle sale riunioni, che oggi costituiscono dei pregevoli esempi di arte cinese con elementi locali.

La Cina è un Paese enorme e quindi sono state edificate più sale riunioni, a seconda della provenienza geografica dei commercianti, che così potevano concentrarsi sulla loro area di competenza.

La Sala Riunioni della Congregazione del Fujian rappresenta l’esempio più famoso fra questi edifici; risale al 1757, con la sua funzione modificata in seguito e che l’ha trasformata in un tempio dedicato a Thien Hau, dea del mare e protettrice dei marinai.

Fujian Assembly Hall Hoi An 9

Christophe95, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
7:00-18:00
Nessun giorno di chiusura
Incluso nel ticket della Città Vecchia
50 metri a nord-ovest del Mercato Centrale

Pagoda di Chuc Thanh

La Pagoda di Chuc Thanh è il più antico tempio buddhista della città; venne costruita nel 1454 dal monaco cinese Minh Hai e presenta perciò elementi architettonici sia vietnamiti che cinesi.

Nonostante le numerose e necessarie ristrutturazioni, l’edificio ha mantenuto la sua struttura originale, con alcuni pezzi, come campane e gong risalenti a moltissimi anni fa.

Chuc Thanh Pagoda 5

Christophe95, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
Sempre aperta
Nessun giorno di chiusura
Gratuito
1,2 km a nord del Museo di Storia e Cultura di Hoi An

Villaggio della Ceramica di Thanh Ha

La zona di Hoi An ed in particolare il villaggio di Thanh Ha, è famosa per la lavorazione della ceramica, da cui si ottengono oggetti di vario tipo per uso quotidiano o decorativo.

Più di 400 anni fa, durante la dinastia Nguyen, questo piccolo villaggio venne scelto come fornitore di pezzi ornamentali per la Cittadella di Hue; la tradizione è stata tramandata di generazione in generazione ed ancora oggi vengono creati ogni giorno migliaia di oggetti in ceramica da parte di abili artigiani locali.

Passeggiando per le tranquille viuzze del villaggio potrete vedere le varie fasi della lavorazione della ceramica, così come acquistare un originale souvenir in ricordo del vostro viaggio.

Nghệ nhân làng gốm Thanh Hà2

LÊ TẤN LỘC, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
3 km ad ovest della Città Vecchia

Foresta di Cocco di Bay Mau

Se volete dedicare qualche ora al puro svago, ma in stile vietnamita, potete recarvi alla Foresta di Cocco di Bay Mau, un’area di circa 7 ettari nei pressi della foce del fiume Thu Bon.

L’attività principale è costituita da dei tour lungo i corsi d’acqua accanto alla foresta, effettuati su delle imbarcazioni tipiche a forma di grosso cesto, in cui possono prendere posto fino a 3 persone, manovrate con l’utilizzo di un bastone.

Ci sono diverse compagnie che operano nell’area, con tour che possono combinare i giri in barca a lezioni di cucina, emozionanti percorsi con zipline, battute di pesca ed altro ancora.

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
Sempre aperto
Nessun giorno di chiusura
Tour in barca a partire da 100.000 dong
6 km ad est della Città Vecchia

Isole Cham

L’arcipelago di Cham è costituito da 8 piccole isole situate una quindicina di chilometri al largo della costa di Hoi An; in passato erano interdette al turismo e sotto stretta sorveglianza militare, mentre ora sono in fase di sviluppo turistico, ma tuttora coperte in grandissima parte da rigogliosa giungla tropicale.

Un’area di 15 km² è stata destinata a riserva naturale mista, terrestre e marina; le isole sono ideali sia per la balneazione che per le immersioni subacquee e lo snorkeling, alla scoperta di ricchi e spettacolari fondali marini.

Da Hoi An vengono organizzati diversi tour in barca o motoscafo, che vi condurranno nei luoghi più belli di queste isole, mentre se intendete soggiornare sull’isola maggiore potete prendere il traghetto in partenza dal porto di Cua Dai, alla foce del fiume Thu Bon, che in mezzora vi consentirà di raggiungere la vostra destinazione.

Cu Lao Cham

Lê Thy, Public domain, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Attività ed escursioni