Ho Chi Minh

Ho Chi Minh City è la città più popolosa del Vietnam ed è situata nella parte sud-occidentale del territorio, a nord-est del Delta del Mekong; attualmente conta 7 milioni di abitanti, che diventano poco meno del doppio includendo i centri abitati limitrofi compresi nella sua grande area urbana.

Fino al termine del XVII secolo era ancora una piccola città del Regno di Cambogia col nome di Prey Nokor; in seguito venne conquistata dai vietnamiti e diventò Saigon, nome con cui era conosciuta fino al 1975, lo stesso del fiume che la attraversa.

Capitale della Cocincina prima e del Vietnam del Sud dal 1956 al 1975, venne espugnata dalle truppe nordvietnamite il 30 aprile del 1975, data che segnò la fine della Guerra del Vietnam e che portò alla riunificazione del Paese, con la città rinominata in Ho Chi Minh City, in onore del padre fondatore del Vietnam.

Diego Delso, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

È una città tuttora in forte crescita demografica, visto che negli ultimi dieci anni la popolazione è aumentata di oltre 1 milione di persone; ricopre il ruolo di capitale finanziaria ed economica del Vietnam ed è inoltre una delle destinazioni turistiche principali del Paese.

Le attrazioni sono sia storiche, con musei ed altri luoghi correlati alla Guerra del Vietnam, che culturali e religiose, con templi, pagode e mercati, ma non mancano nemmeno rooftop bar e terrazze panoramiche per osservare la metropoli dall’alto ed i locali notturni per divertirsi un po’.

Ho Chi Minh presenta elementi architettonici sia vietnamiti che francesi e cinesi (nella zona di Cholon, che una volta era una città a sé stante); oltre che dal fiume Saigon, sul quale si possono fare delle rilassanti crociere, è attraversata da vari canali e corsi d’acqua minori.

Per sfuggire alla confusione di questa grande metropoli potete recarvi in uno dei parchi cittadini, come l’Hoang Van Thu o il vicino e più grande Gia Dinh o ancora il Tao Dan più a sud; per i vostri acquisti o anche per mangiare street food avete a disposizione un gran numero di mercati, oltre a delle strade in cui si vendono merci di una certa categoria, come quella dei libri ad esempio.

Il clima è di tipo tropicale, caldo tutto l’anno, con temperature medie comprese fra 26° e 29° C e minime che si avvicinano ai 20° C in inverno, con picchi poco sotto questa soglia; l’anno è diviso quasi equamente in 6 mesi di stagione umida e molto piovosa da maggio ad ottobre ed altrettanti più secchi, in special modo gennaio, febbraio e marzo, quando le piogge sono quasi del tutto assenti (1-2 giorni ogni mese) e che costituiscono perciò il periodo migliore per visitare la città, anche grazie a temperature ed umidità leggermente più basse.

Posizione e come arrivare ad Ho Chi Minh

L’aeroporto internazionale Tan Son Nhat è il più trafficato del Vietnam e si trova solo pochi chilometri dal centro città, che si raggiunge quindi piuttosto velocemente in autobus o taxi, traffico permettendo; vi sono voli diretti da 3 città europee, Parigi, Londra ed Istanbul, oltre a molte tratte che collegano Ho Chi Minh alle maggiori città asiatiche, come Tokyo, Seoul e Bangkok, più voli per tutti gli altri aeroporti maggiori vietnamiti, con alcune compagnie low cost che permettono di raggiungere in 2 ore la capitale Hanoi spendendo dai 600.000/700.000 dong in su per la sola andata.

Ho Chi Minh è il capolinea della ferrovia che collega il nord al sud del Paese, partendo da Hanoi; non sono presenti altre linee, col treno che risulta poco utile per raggiungere altre parti del Vietnam, poiché servono già 7 ore di viaggio per la città più vicina, Nha Trang.

Per arrivare nell’area del Delta del Mekong si utilizzano invece gli autobus, con tragitti coperti in 2 ore per le città più vicine, come My Tho o Ben Tre e 4-5 ore se ci si spinge ancora più ad ovest; anche per Mui Ne e Da Lat sono la soluzione più indicata, nel secondo caso come alternativa all’aereo.

Cosa vedere a Ho Chi Minh

Museo dei Residuati Bellici

La storia recente del Vietnam è stata pesantemente segnata da una lunga e sanguinosa guerra in cui scesero direttamente in campo anche gli Stati Uniti d’America; la maniera migliore per conoscere qualcosa in più sul conflitto e sulle atrocità commesse in quegli anni è quella di visitare il Museo dei Residuati Bellici.

Il museo racconta in maniera molto cruda ciò che accadde in quegli anni, tramite oggetti bellici e soprattutto fotografie piuttosto scioccanti, come quelle dei bambini feriti durante i bombardamenti americani.

Nell’area esterna sono esposti alcuni mezzi militari utilizzati durante la guerra, come carri armati, elicotteri, aerei e cannoni; sono inoltre documentate le condizioni nelle quali erano tenuti i prigionieri di guerra sulle isole di Phu Quoc e di Con Son, nelle rispettive prigioni.

War Remnants Museum

Christophe95, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
Sito ufficiale 
7:30-16:30
Nessun giorno di chiusura
40.000 dong (adulti)
20.000 dong (ragazzi fra i 6 ed i 15 anni)
Gratuito (bambini sotto i 6 anni)
600 metri a nord del Parco Tao Dan

Tunnel di Cu Chi

Sempre nell’ambito della Guerra del Vietnam è altamente consigliata la visita ai tunnel di Cu Chi, situati ad una cinquanta chilometri a nord-ovest di Ho Chi Minh, in due diversi villaggi, Ben Dinh e Ben Duoc, più a nord.

Queste fitte ed intricate reti di gallerie sotterranee scavate nel giro di 25 anni dal Viet Minh, organizzazione politica e militare nata come movimento di resistenza al colonialismo francese, vennero in seguito ulteriormente sviluppate ed utilizzate dai Viet Cong, che combattevano nel sud del Vietnam contro il regime filostatunitense, in funzione di una futura riunificazione del Paese.

Due piccole sezioni di questi tunnel, che si estendevano per oltre 250 km, sono state aperte al pubblico, per non dimenticare quel periodo storico e le condizioni estreme in cui vivevano i Viet Cong, con i sacrifici fatti per permettere la liberazione del Vietnam.

Tenete presente che le gallerie sono state rese più accessibili, ma rendono ancora bene l’idea di quanto erano anguste e claustrofobiche nel passato; in entrambi i siti vi sono delle spiegazioni dettagliate su come erano strutturati i tunnel e sulle modalità di combattimento dei Viet Cong.

Small Cu Chi Tunnel Vietnam (39543852401)

dronepicr, CC BY 2.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Tunnel di Ben Dinh
Visualizza posizione su Google Maps
8:00-17:00
Nessun giorno di chiusura
110.000 dong
40 km a nord-ovest dell’aeroporto di Ho Chi Minh
Tunnel di Ben Duoc
Visualizza posizione su Google Maps
8:00-17:00
Nessun giorno di chiusura
90.000 dong
55 km a nord-ovest dell’aeroporto di Ho Chi Minh

Palazzo della Riunificazione

Il Palazzo della Riunificazione, costruito fra il 1962 ed il 1966, sostituì un precedente edificio bombardato dall’aviazione del Vietnam del Sud nel tentativo di eliminare l’allora presidente del Paese, Ngo Dinh Diem.

Fu la sede del governo sudvietnamita fino al termine della Guerra avvenuta nel 1975, quando proprio qui si decretò la fine del conflitto, con l’arrivo dei carri armati Viet Cong davanti al suo ingresso.

L’edificio è rimasto immutato da allora, compresi tutte le stanze ed aree interne, come il bunker di comando o il centro delle telecomunicazioni ed è un simbolo della riunificazione del Vietnam avvenuta ufficialmente l’anno seguente, nel 1976; all’esterno sono tuttora presenti due dei carri armati utilizzati per conquistarlo e per porre fine alle ostilità.

Reunification Palace Ho Chi Minh City

Mahen Bala, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
Sito ufficiale 
8:00-11:00 e 13:00-16:00
Nessun giorno di chiusura, eccetto in caso di ricevimenti ufficiali
65.000 dong (adulti, palazzo ed esibizioni)
40.000 dong (adulti, palazzo)
15.000 dong (bambini, palazzo ed esibizioni)
10.000 dong (bambini, palazzo)
600 metri a sud-est del Museo dei Residuati Bellici

Pagoda dell’Imperatore di Giada

La Pagoda dell’Imperattore di Giada è un piccolo santuario costruito agli inizi del XX secolo da un uomo d’affari cinese, credente di taoismo, buddhismo e confucianesimo; sono presenti perciò elementi delle tre diverse religioni, con la pagoda in origine dedicata ad una delle maggiori divinità taoiste, l’Imperatore di Giada.

Il complesso è piuttosto originale, già a partire dal colore in prevalenza rosa degli esterni, per continuare con gli oggetti e le statue che adornano le stanze interne, alcune delle quali molto fantasiose, seppur collegate alla tradizione buddhista e taoista.

Jade Emperor Pagoda Saigon (238621179)

Wolfgang Weber, CC BY 3.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
8:00-17:00
Nessun giorno di chiusura
Gratuita
2 km a nord-est del Museo dei Residuati Bellici

Cattedrale di Notre-Dame

La Cattedrale di Notre-Dame è una delle chiese più belle del Vietnam; è stata edificata fra il 1877 ed il 1883 durante il periodo coloniale francese, con la facciata anteriore che presenta due campanili speculari alti 58 metri.

La chiesa, elevata nel 1962 al rango di basilica dal Vaticano, ha uno stile neoromanico, con un bella piazza-giardino di fronte all’entrata, nella quale è presente una statua in granito della Nostra Signora della Pace, alta 4,6 metri, realizzata da uno scultore italiano.

Basílica de Nuestra Señora, Ciudad Ho Chi Minh, Vietnam, 2013-08-14, DD 03

Diego Delso, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
8:00-11:00 e 14:00-16:00
Nessun giorno di chiusura
Gratuita
600 metri a nord-est del Palazzo della Riunificazione

Teatro dell’Opera

Il Teatro dell’Opera di Ho Chi Minh è un palazzo in stile coloniale francese inaugurato nel 1900, all’inizio del ventesimo secolo; il nome ufficiale è Teatro Municipale.

La capienza attuale è di 500 posti e vi si svolgono spettacoli di vario genere, dall’opera lirica al balletto, ai musical; durante la Guerra del Vietnam divenne la sede della camera bassa del Vietnam del Sud, per poi riprendere la sua funzione originaria alla fine del conflitto.

Saigon - Opernhaus 001

Bùi Thụy Đào Nguyên, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
1 km ad est del Palazzo della Riunificazione

Mercato di Ben Thanh

Ben Thanh è il mercato più conosciuto della città, grazie alla presenza di circa 6.000 piccoli negozietti, che vendono ogni prodotto immaginabile, con aree designate ad una certa tipologia di merce, dai vestiti, al cibo, passando per utensili per la casa ed oggetti decorativi.

Si può anche mangiare cibo di strada, in particolare al calare del sole quando si trasforma in un mercato notturno, con tanti minuscoli ristorantini, aperti fino alle 22:00 circa, che offrono le maggiori specialità vietnamite a prezzi piuttosto convenienti.

Ben Thanh market at night

Ngô Trung, CC BY 3.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
6:00-19:00
Nessun giorno di chiusura
1 km a sud-est del Palazzo della Riunificazione

Pagoda di Giac Lam

La Pagoda di Giac Lam è stata costruita nel 1744 ed è ritenuto il tempio buddhista più antico di Ho Chi Minh; alcuni elementi fanno riferimento anche a taoismo e confucianesimo.

Il complesso è circondato da spaziosi giardini che consentono di isolarsi dal traffico e dal caos della metropoli; sia gli interni che gli esterni sono arricchiti da numerose statue di Buddha e di divinità taoiste, mentre nella parte meridionale è stata aggiunta di recente un’appariscente pagoda a 7 livelli alta 32 metri, sulla quale è anche possibile salire per usufruire di bei panorami della città.

Giac Lam Pagoda (10017928295)

Gary Todd from Xinzheng, China, CC0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
5:00-12:00 e 14:00-20:00
Nessun giorno di chiusura
Gratuito
1,4 km a sud-ovest del Mercato di Tan Binh

Ufficio Postale Centrale

L’Ufficio Postale Centrale di Ho Chi Minh è un edificio in stile coloniale francese inaugurato nel 1891 e tuttora utilizzato per gli scopi previsti al momento della sua costruzione.

È diventato col tempo anche una famosa attrazione turistica, grazie alla sua splendida architettura e ad alcuni particolari molto interessanti, come il ritratto a mosaico di Ho Chi Minh e le mappe geografiche murali della regione e della città.

Saigon Central Post Office

Prenn, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
7:00-19:00 (da Lunedì a Venerdì)
7:00-18:00 (Sabato)
8:00-18:00 (Domenica)
Nessun giorno di chiusura
Di fronte alla Cattedrale di Notre-Dame, verso est

Saigon Skydeck

La Bitexco Financial Tower è stato per qualche anno il grattacielo più alto di Ho Chi Minh, superato dal 2018 dal Vincom Landmark 61; è stato completato nel 2010, conta 68 piani ed è alto 262 metri.

Al 49° piano, a 178 metri d’altezza, è presente un osservatorio, il Saigon Skydeck, che offre viste a 360° della città e del vicino fiume Saigon; due piani sopra si trova inoltre il ristorante EON51, anch’esso ovviamente con panorama mozzafiato, specialmente di sera e di notte.

Bitexco Financial Tower 20022012 cropped

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
Sito ufficiale 
12:00 – 21:00 (da Lunedì a Venerdì)
10:00 – 21:00 (Sabato e Domenica)
(Ultimi ingressi 45 minuti prima della chiusura)
Nella festività del Tet
200.000 dong (adulti)
130.000 dong (bambini fra i 4 ed i 12 anni ed over 65 anni)
Gratuito (bambini sotto i 4 anni)
800 metri ad est del Mercato di Ben Thanh

Mercato di Binh Tay

Il mercato di Binh Tay si sviluppa su due piani in un’area di circa 25.000 m², dove trovano posto oltre duemila piccoli negozietti e stand di street food.

Si differenzia da altri mercati di Ho Chi Minh per via della sua ubicazione a Cholon, che una volta era una città cinese separata da Saigon, poi assorbita nella grande metropoli; è uno dei posti più adatti per assaggiare la cucina cinese-vietnamita, oltre che per osservare lo stile di vita della popolazione locale.

HCMC Binh Tay

Lerdsuwa, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
7:00-18:00
Nessun giorno di chiusura
1,5 km ad ovest del Tempio di Ba Thien Hau

Giardini Botanici e Zoo di Saigon

Questi giardini botanici furono aperti già nel 1865 da parte dei francesi poco dopo la colonizzazione della Cocincina; ospitano oltre 2.000 fra alberi ed altre piante, alcune delle quali presenti fin dai primissimi anni.

Una parte dell’area è adibita a zoo, sia con animali tipici dell’Indocina, come tigri, elefanti e scimmie, che di altre zone del Mondo, confinati in spazi piuttosto ridotti, come avviene solitamente in questo tipo di strutture.

Bonsai - Saigon Zoo and Botanical Gardens - Ho Chi Minh City, Vietnam - DSC01289

Daderot, CC0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
Sito ufficiale 
7:00-17:30
Nessun giorno di chiusura
60.000 dong (adulti)
40.000 dong (bambini fra 1 m e 1,30 m di altezza)
Gratis (bambini sotto 1 metro di altezza)
1,2 km a nord-est della Cattedrale di Notre-Dame

Museo di Belle Arti

Nel Museo di Belle Arti di Ho Chi Minh trovano spazio sia opere moderne che altre risalenti a diversi secoli fa, fino al IV secolo d.C., del periodo Funan e del regno Champa.

Nelle varie stanze del museo troverete dipinti, sculture ed altri oggetti che vi aiuteranno a comprendere sia la storia del Vietnam che l’evoluzione dell’arte della regione nei decenni più recenti.

HCMC Fine Arts Museum (9997216474)

Gary Todd from Xinzheng, China, CC0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
Sito ufficiale 
8:00-17:00
Nessun giorno di chiusura
30.000 dong
300 metri a sud della Mercato di Ben Thanh

Museo di Ho Chi Minh City

Il Museo di Ho Chi Minh City è allestito in un edificio risalente al 1885, costruito durante il periodo coloniale francese, in stile neoclassico; racconta la storia della città e della sua progressiva evoluzione ed espansione.

A fianco di reperti ed oggetti piuttosto antichi è stato dato grande risalto al periodo che ha segnato maggiormente questa metropoli e che ha portato alla tanto sudata indipendenza del Vietnam.

Museum of Ho Chi Minh City 04

Thomas1313, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
Sito ufficiale 
7:30-17:00
Nessun giorno di chiusura
30.000 dong
600 metri a sud-est del Palazzo della Riunificazione

Chiesa di Tan Dinh

La Chiesa del Sacro Cuore di Gesù, nel quartiere di Tan Dinh, si nota subito grazie al colore rosa delle sue pareti; è la seconda chiesa più grande della città, dopo la Cattedrale.

È stata edificata fra il 1870 ed il 1876, col campanile aggiunto in seguito nel 1929 e che raggiunge un’altezza di quasi 53 metri; è in stile neoromanico ed all’interno sono presenti 3 altari in marmo proveniente dall’Italia.

Goc chup thang Nha tho Tan Dinh

Prof MK, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
5:00-17:30
Nessun giorno di chiusura
Gratuito
200 m ad est del Parco Le Van Tam

Pagoda di Vinh Nghiem

La Pagoda di Vinh Nghiem è un complesso buddhista che si estende su una superficie di 6.000 metri quadrati, dove trovano spazio vari edifici, tra cui il tempio principale ed uno stupa a 7 piani, uno dei più alti di tutto il Vietnam.

Questa pogoda è di origine piuttosto recente, visto che è stata costruita fra il 1964 ed il 1971; esterni ed interni sono arricchiti da diverse statue di Buddha, Bodhisattva ed Arhat, nella tradizione dei templi buddhisti mahayana.

Cổng chùa Vĩnh Nghiêm

Bùi Thụy Đào Nguyên, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
Sito ufficiale 
8:00-17:00
Nessun giorno di chiusura
Gratuita
1,5 km ad ovest del Parco Le Van Tam

Porto di Nha Rong – Museo di Ho Chi Minh

Il Porto di Nha Rong (Casa del Drago), sul fiume Saigon, venne costruito dai francesi nel 1862 con la funzione di dogana per i commerci con gli altri Paesi del Mondo; è stato trasformato in un museo dedicato al politico e patriota Ho Chi Minh nel 1979.

L’edificio stesso, in uno stile che miscela elementi francesi a quelli vietnamiti, è molto interessante; la collezione in esposizione comprende circa 3.000 fotografie e 700 oggetti correlati ad Ho Chi Minh.

Ben Nha Rong ve dem

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
Sito ufficiale 
7:30-11:30 e 13:30-17:00
Lunedì
Gratuito
700 m a sud-est della Bitexco Financial Tower

Museo di Storia del Vietnam

In questo museo viene ripercorsa la storia del Vietnam dall’Età della Pietra, passando attraverso la dominazione cinese dal II secolo a.C. al X secolo d.C., fino alle diverse etnie e dinastie che hanno regnato in seguito nel Paese o in una parte di esso.

Si ripercorrerà in ordine cronologico la storia di questo affascinante Paese asiatico, con reperti di vario tipo, inclusi dei preziosi manufatti provenienti dal famosissimo sito cambogiano di Angkor Wat.

Museum of Vietnamese History, Ho Chi Minh City - 20121014-02

Jacklee, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
Sito ufficiale 
8:00-11:30 e 13:00-17:00
Nessun giorno di chiusura
30.000 dong (adulti)
15.000 dong (ragazzi dai 6 ai 16 anni)
Gratis (bambini sotto i 6 anni)
1,2 km a nord-est della Cattedrale di Notre-Dame
Nei pressi dei Giardini Botanici di Saigon

Mercato dei Fiori di Ho Thi Ky

Se siete amanti dei fiori questo mercato fa al caso vostro, dato che è dedicato solamente a questa tipologia di merce; è sempre aperto.

Il mercato è aperto da oltre 30 anni ed è diventato il principale luogo di acquisto e distribuzione di fiori di tutti i tipi, come rose, orchidee e mimose, provenienti non solo da Ho Chi Minh, ma anche dalla regione del Delta del Mekong e dalla città di Da Lat, uno dei principali centri di produzione del Vietnam.

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
Sempre aperto
Nessun giorno di chiusura
2 km a sud-ovest del Parco Tao Dan

Tempio di Ba Thien Hau

Il tempio buddhista di Ba Thien Hau è stato costruito nel 1760 in onore della dea cinese del mare Mazu; alcune tradizioni si ricollegano al taoismo.

Si trova a Cholon, la parte cinese di Ho Chi Minh, ed incorpora perciò elementi della cultura cinese oltre che vietnamita; i dettagli ed i particolari sono molto ben curati e rendono molto piacevole la visita.

Sempre in questa zona si può dedicare del tempo anche alla Pagoda di Quan Am, posta 300 metri più ad est, dai colori molto ricchi e vivaci.

Chùa Bà Thiên Hậu Chợ Lớn

Thuydaonguyen, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
8:00-16:30
Nessun giorno di chiusura
Gratuito
1,5 km ad est del Mercato di Binh Tay

Municipio di Ho Chi Minh

Si tratta di un edificio costruito fra il 1898 ed il 1909, durante il colonialismo francese, ed utilizzato come municipio durante il periodo in cui Saigon era la capitale del Vietnam del Sud.

Attualmente funge da sede del Comitato del Popolo di Ho Chi Minh ed è possibile osservarlo solo dall’esterno; è uno dei palazzi di maggior pregio architettonico della città.

Ayuntamiento, Ciudad Ho Chi Minh, Vietnam, 2013-08-14, DD 08

Diego Delso, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
300 metri ad est del Teatro dell’Opera

Pagoda di Hoang Phap

La Pagoda di Hoang Phap è un po’ lontana dal centro di Ho Chi Minh, ma è un tempio buddhista di grande bellezza ed importanza per la comunità locale, con l’insegnamento della religione ai ragazzi.

È un complesso molto vasto che comprende molteplici templi ed altri edifici, tutti però di recente costruzione, visto che la sua inaugurazione risale al 1957.

Chính điện chùa Hoằng Pháp

Bùi Thụy Đào Nguyên, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
Sito ufficiale 
5:00-20:30
Nessun giorno di chiusura
Gratuito
18 km a nord-ovest dell’aeroporto di Ho Chi Minh

Pagoda di Buu Long

La Pagoda di Buu Long, nella periferia orientale di Ho Chi Minh, è uno dei templi buddhisti esteticamente più belli del Vietnam meridionale, ispirato soprattutto all’architettura thailandese, pur con l’implementazione di elementi vietnamiti.

Sorge su una piccola collina a ridosso del fiume Dong Nai, all’interno di una tranquilla area boschiva, che contribuisce all’atmosfera spirituale del luogo.

Bửu Long Pagoda, Thủ Đức, HCM City, Vietnam (14537196651)

minhphuc_99kdd, PDM-owner, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
8:00-11:00 e 14:00-17:00
Nessun giorno di chiusura
Gratuita
20 km a nord-est del centro città di Ho Chi Minh

Monastero di Khanh An

Il Monastero di Khanh An è un tempio buddhista che si distingue dall’architettura tipica vietnamita, come vi accorgerete ben subito osservandolo da lontano.

Si tratta infatti di un complesso in stile giapponese, fondato nel 1905, ma in seguito ampliato e praticamente ricostruito da zero nel 2006; sorge in un’area meno congestionata rispetto al centro città, distante una quindicina di chilometri.

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
Sito ufficiale 
5:00-12:00 e 13:30-20:30
Nessun giorno di chiusura
Gratuito
10 km a nord-est dell’aeroporto di Ho Chi Minh

Tempio Hindu di Mariamman

Il Tempio di Mariamman è dedicato alla dea indù della pioggia ed è stato fondato verso la fine del XIX secolo da commercianti indiani, per avere un luogo di preghiera ed incontro coi propri connazionali.

È l’unico tempio indù della città ed all’interno sono presenti statue di altre divinità di questa religione, come Vishnu, Ganesha e Brahma.

SaigonTamiltmp

Robert, CC BY-SA 2.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
7:00-19:00
Nessun giorno di chiusura
Gratuito
300 m ad est del Mercato di Ben Thanh

Attività ed escursioni