Sito archeologico di My Son

I templi di My Son costituiscono il maggior complesso archeologico del regno Champa; si trovano a circa 40 km da Hoi An e Da Nang, due città costiere del Vietnam centrale.

Quest’area del Paese fu abitata fin dal II secolo d.C. dai cham, un’etnia fortemente influenzata dalla cultura e religione dell’India, che portò all’adozione della lingua sanscrita e dell’induismo.

My Son diventò un importante centro religioso e culturale alla fine del IV secolo e si pensa che in seguito fu utilizzato anche come luogo di sepoltura dei sovrani cham; nei secoli successivi questa civiltà dovette però soccombere ai khmer ed in seguito ai vietnamiti, col conseguente abbandono dei loro insediamenti ed una progressiva integrazione con le altre etnie.

Lars Curfs, CC BY-SA 3.0 NL, via Wikimedia Commons

Il sito archeologico di My Son venne riscoperto dai francesi sul finire del XIX secolo, che restaurarono alcuni dei templi, i quali però vennero in gran parte distrutti o danneggiati dai pesanti bombardamenti avvenuti durante la Guerra del Vietnam; l’UNESCO l’ha inserito nei siti dichiarati Patrimonio dell’Umanità nel 1999.

Le rovine sono situate in una piccola valle circondata da colline ricoperte di foresta pluviale e sono suddivise in diverse sezioni identificate dalle prime lettere dell’alfabeto latino, collegate fra loro da stradine e sentieri.

I templi vennero costruiti in onore delle maggiori divinità indù con l’utilizzo di mattoni che venivano decorati in un secondo momento ed hanno uno stile differente da quello delle altre maggiori civiltà dell’Indocina; anche se attualmente non si mostrano nelle migliori condizioni, con molti edifici andati persi per sempre, consentono comunque di farsi un’idea dell’antico splendore raggiunto in passato dal regno Champa.

Si tratta di un’attrazione turistica abbastanza popolare, quindi se possibile è meglio evitare i weekend in alta stagione, effettuando la visita nelle prime o ultime ore di apertura del complesso; nel ticket è compreso l’ingresso ad un museo che espone statue ed altro materiale raccolto in loco.

Posizione e come arrivare a My Son da Hoi An e Da Nang

Il sito archeologico di My Son si trova a poco più di 40 chilometri sia da Hoi An che da Da Nang; non è servito dai mezzi pubblici e quindi va raggiunto con un veicolo proprio oppure in taxi.

La corsa di sola andata in taxi costa sui 20-25 Euro, per un viaggio di circa 45 minuti; in alternativa si può noleggiare un veicolo con autista per tutto il tempo di visita ed i due trasferimenti di andata e ritorno.

Vengono organizzate diverse escursioni specialmente da Hoi An, rivolgetevi magari al vostro hotel per individuare ed iscrivervi ad uno di questi tour della durata di qualche ora, con una guida che vi illustrerà in inglese la storia del sito e della civiltà cham.

Informazioni pratiche

Sito ufficiale 
6:00-17:00
Nessun giorno di chiusura
50.000 dong
100.000 dong per i vietnamiti

Attività ed escursioni